Titolo: Il cuore e il pugnale. Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno.

Autore: Massimiliano Lepera

Editore: 13 Lab Edition

Pagine: 222

Prezzo: 14,00

 

“Il cuore e il pugnale”
di Massimiliano Lepera

Il libro

L’ultimo romanzo di Massimiliano Lepera, “Il cuore e il pugnale. Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno” (13 Lab Edition, 2016) si contraddistingue dagli altri lavori per la contestualizzazione fortemente storica. Lepera, giovane scrittore di 25 anni, nonché docente di latino e greco presso il Liceo Classico “Sirleto” di Catanzaro, dopo i primi due romanzi gialli “Il testimone di Colonia” (2014) e “Intrigo alla Normale” (2015), sceglie infatti un periodo importante per il Meridione italiano, quello dell’alto Medioevo. Un periodo prossimo alla nuova conformazione dei Comuni del nord ma che al sud viene vissuto in modo completamente differente. Si narra di terre attraversate da grandi conquistatori che non sempre pensano al bene dei luoghi in cui si fermano, forti di aver ingrandito il loro impero. Tra tutte queste reali figure emerge una donna forte e non meno combattiva dei suoi alleati maschi, ovvero Clemenza di Loritello, contessa di Catanzaro, giovane e determinata. Costei si oppose al potere tirannico di Guglielmo I il Malo, mediante congiure, intrighi e rivolte in difesa del proprio popolo e della propria terra.
L’opera si pone dunque sulla scia storica, rivisitando, in maniera originale, ma pur sempre ancorata agli eventi realmente accaduti nel periodo trattato, gli anni della dominazione normanna nel Meridione italiano, tra la Calabria e la Sicilia. La storia, che si concentra in un periodo circoscritto al 1160 e agli anni vicini, soffermandosi sulle vicende risalenti al regno di Guglielmo I e la sua dinastia degli Altavilla, si focalizza tuttavia su alcuni personaggi più marginali secondo le fonti storiche, ma ciononostante fondamentali per lo svolgimento delle vicende e degli avvenimenti dell’epoca. In primis la contessa di Catanzaro, la tenace Clemenza, la quale si batté sempre per la libertà del suo popolo e della sua città, oltre a numerose altre figure come Matteo Bonello, nobile siciliano rivoluzionario, Maione di Bari, tirannico ministro del re, e Ruggero di Martirano, portavoce della nobiltà calabrese. Insomma, un intreccio ricco e avvincente, calato nell’atmosfera del tempo, tra congiure, guerre, tradimenti, amori segreti, rivoluzioni, sotterfugi e inganni, in un misto di storia e thriller, come si addice ad un periodo tanto oscuro e misterioso quale è il Medioevo. La storia è vivacissima dal punto di vista dell’intreccio e Lepera è un abile direttore di tutta questa vasta orchestra che suona una melodia spesso amara, dove intrighi, lotte e guerre per il comando fanno da padroni. Eppure tutto ciò non toglie nulla alla meravigliosa ricostruzione storica che l’autore, con formidabile maestria, regala ad ogni pagina. Insomma, una lettura che offre la possibilità di rievocare il fascino della tradizione e della grande storia catanzarese e meridionale fino alle proprie radici, recuperando quell’orgoglio di appartenenza messo a dura prova dalle complesse problematiche odierne. “Il cuore e il pugnale” ha riscosso numerosi consensi in tutta la Calabria, nel corso di presentazioni, interviste e manifestazioni culturali, giungendo anche su Rai 3, dove è stato recensito dalla giornalista Livia Blasi nel corso della rubrica letteraria “Cibo per la mente”.

L'Autore

Nato a Catanzaro il 3 giugno 1991, professore, giornalista, scrittore, poeta e cantautore. Laureato a Pisa in Lettere Antiche nel 2012 e in Filologia e Storia dell'Antichità nel 2014, con lode e pubblicazione della tesi, e due Master. È attualmente professore di greco e latino presso il Liceo Classico Sirleto di Catanzaro e giornalista pubblicista presso Il Quotidiano del Sud di Catanzaro.

Letteratura: 20 pubblicazioni, tra romanzi, poesie, aforismi, saggi, racconti, calendari di arte e antologie, oltre a vari premi e riconoscimenti in concorsi letterari. Tra i principali: “Cammino attraverso l’esistenza” (aforismi e poesie, Melqart Communication, aprile 2013); “Impronte” (antologia di poesie, Pagine, maggio 2014); “Il testimone di Colonia” (romanzo, Gruppo Editoriale L’Espresso, settembre 2014); “Plauto e la commedia nuova greca” (saggio accademico, Edizioni Accademiche Italiane, ottobre 2014); “Intrigo alla Normale” (romanzo, 13 Lab Edition, aprile 2015); “La forza dell’esperienza” (aforismi e poesie, Arduino Sacco Editore, aprile 2015); “Londra” (antologia di racconti, Ekt-Edikit, giugno 2015); “Il cuore e il pugnale: Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno” (romanzo storico, 13 Lab Edition, febbraio 2016).

Musica: dal 2017 è presente al Museo del Rock di Catanzaro. Suona chitarra, piano, sax, flauto dolce e bongo: 20 brani composti, di cui 6 costituiscono il primo disco, “Nessuno è perfetto”, autoprodotto, e 4 videoclip. Varie masterclass, premi e riconoscimenti in concorsi canori: I posto, “A mio padre” (Catanzaro 2016); II posto, “7 Note” (Montecatini 2013); premio della critica, “Il mio canto libero” (Bientina 2013); due finali consecutive, “Premio Lucio Dalla” (Bologna 2014, 2015); fasi finali, “Tour Music Fest” (Firenze 2014) e “Premio Ciampi” (Livorno 2014); finali nazionali, “Salento Music Contest 2015” (Salento 2015), con I posto per la giuria popolare, e “Rock sul Mare” (Vietri sul mare 2015); finale regionale, “Fuori il talento” (Catanzaro 2015).

Fa parte di numerose associazioni di promozione artistico-culturale presenti nel territorio, tra cui Cultura No Stop, Consolidal ed Unesco.


Per conoscere le modalità d'inserimento delle vostre news in questo Salotto Letterario cliccare sul tasto informativa.